Category: Sopralluoghi

ALLA SERIT IL PREMIO RESA PER LA RACCOLTA DELL’ALLUMINIO

 Alla Serit, realtà opera con 58 Comune del veronese, è stato assegnato il “Premio resa” 2018 assieme ad altre due società che operano nel Veneto. L’importante riconoscimento arriva dal CIAL, Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo dell’Alluminio, calcolato sui conferimenti totali effettuati nel corso dell’anno solare, rapportandoli agli abitanti serviti dal soggetto convenzionato per la determinazione della relativa resa pro-capite. Alla luce dei dati analizzati e dei risultati di raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio in Italia relativi all’anno 2018, il CIAL ha stilato una speciale classifica che individua i Comuni, e i gestori dei rifiuti urbani, con le migliori performance quantitative e qualitative di raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio. I materiali interessati alla raccolta sono lattine per bevande, vaschette e scatolette per il cibo, tubetti, bombolette spray, tappi chiusure ed anche il foglio sottile. 

“La scelta vincente è stata di aver abbinato la raccolta dell’alluminio con la plastica generando così un multimateriale leggero predisponendo a valle, nella nostra sede a Cavaion, uno specifico impianto di selezione”, spiega il presidente di Serit Massimo Mariotti. “ Un apposito deferizzatore, unito ad un impianto di vagliatura, permettono di garantire agli impianti di recupero un elevato standard qualitativo. Basti pensare che nel 2018 la nostra raccolta di alluminio ha superato le 122 tonnellate”. 

Da sottolineare che il trend, particolarmente soddisfacente per quanto riguarda la qualità del materiale conferito che, attualmente, si attesta ad oltre il 96% di “purezza”, ha spinto il Consorzio CIAL ad operare una revisione dei valori economici del “Premio resa” incrementandolo del 44%, già per il 2018. L’obbiettivo è quello di stimolare la crescita dei conferimenti, allargare il numero di soggetti e bacini premiati, nonché consolidare e fidelizzare i rapporti in un’ottica di trend di sviluppo delle quantità gestite. L’analisi dei soggetti conferenti, dei relativi bacini serviti, delle dinamiche di resa in funzione delle modalità di raccolta e dell’efficienza impiantistica ha infatti suggerito di ampliare le fasce di resa pro-capite e di introdurre una diversificazione anche per fasce di quantità conferite dai soggetti convenzionati. La raccolta differenziata dell’alluminio in Italia è in continua crescita. Ad oggi sono più di 6.700 i Comuni italiani dove è organizzato il servizio di raccolta (l’83% del totale) con il coinvolgimento di 54 milioni di cittadini. 

MARIOTTI IN VISITA ALL’ECOCENTRO DI SAN MARTINO

Il presidente di SERIT si è incontrato con il sindaco De Santi e l’assessore all’ecologia Gaspari. Raccolta differenziata all’ 80%, prossimamente la sbarra all’ecocentro.

Nei giorni scorsi il presidente di SERIT Massimo Mariotti ha incontrato gli amministratori di San Martino Buon Albergo per fare il punto della situazione per quanto riguarda la raccolta differenziata, effettuando poi un sopralluogo presso l’ecocentro. “Mi complimento per i risultati fin qui raggiunti- ha commentato- e per il senso civico della cittadinanza”. Il sindaco Franco De Santi ha rimarcato come “dodici anni fa eravamo al 56%, attualmente siamo arrivati ad una media dell’80% con qualche punta anche superiore come ad esempio a gennaio. Abbiamo voluto fare la fotografia della situazione con SERIT perché ci sta dando veramente una grossa mano ma non vogliamo accontentarci, puntando così a diventare uno dei Comuni con la raccolta differenziata più spinta. Diciamo che migliorare di altri tre/quattro punti in percentuali sarebbe un ottimo risultato”.

Per quanto riguarda le varie iniziative per aumentare la sensibilità dei cittadini, l’assessore all’Ecologia Mauro Gaspari ha sottolineato l’importanza degli incontri effettuati con le scuole per insegnare la corretta differenziazione, mentre “contiamo di portare i ragazzi presso l’ecocentro così possono vedere di persona come vengono smaltiti i rifiuti”. La collaborazione da parte della cittadinanza è molto buona – ha aggiunto- “anche se naturalmente ci sono casi isolati di chi non rispetta le norme. Vedi in via Stegagno dove, grazie alla telecamere, sono state anche comminate della sanzioni. Una novità è che stiamo incrementando i controlli all’ecocentro per quanto riguarda i conferimenti, prossimamente installeremo poi una sbarra per cui si potrà accedere solamente con la tessera sanitaria e quindi solamente chi ne avrà effettivamente diritto. Inoltre con l’installazione della sbarra le aziende potranno entrare in ecocentro solo con una tessera che verrà fornita presso Archimede Servizi. Contiamo quindi, in futuro, di ampliare l’area di raccolta dei rifiuti poiché quando era sorta San Martino contava circa 12.000 abitanti, ora siamo a 16.000”.

Per quanto riguarda i controlli l’assessore Gaspari precisa che “periodicamente, con la Polizia Municipale, andiamo a verificare che soprattutto la raccolta del rifiuto secco venga effettuata in maniera corretta aprendo i sacchetti per le opportune verifiche. Vorrei poi sottolineare come sta riscontrando il favore della cittadinanza il “cassonetto del riuso”, dove è possibile conferire i rifiuti che possono essere poi riutilizzati. Il nostro è stato il primo Comune della Provincia a realizzarlo”.

Orario di apertura dell’Ecocentro.

Lunedì 14.00/17.00
Martedì 8.00/12.00
Mercoledì 14.00/17.00
Giovedì 8.00/12.00
Venerdì 14.00/17.00
Sabato 8.00/12.00
Domenica 9.00/12.00 

Caricando...