Conferenza Stampa: sanificazione con vaporizzatrice e ozonizzatrice

Oltre al quotidiano impegno sul versante della raccolta rifiuti, Serit mette ora a disposizione di enti pubblici e privati, in questo periodo particolarmente critico sotto il profilo sanitario, due servizi all’avanguardia.

“ Inutile sottolineare che in questo momento   rimane fondamentale la cura e l’igiene”, spiega il presidente di Serit Massimo Mariotti.” Proprio per questo abbiamo deciso di fare un ulteriore passo avanti per tutelare e proteggere la comunità in vista di una auspicabile ripresa di tutte le attività produttive. Facendo così ricorso non solo la professionalità del nostro personale ma anche all’esperienza che la nostra società ha acquisito ormai nel corso degli anni in tema ambientale”.

Il primo servizio riguarda la sanificazione con vaporizzatrice e prevede l’utilizzo di generatori di vapore aspirante, in grado di sciogliere qualsiasi tipo di grasso e sporco, rendendo quindi le superfici brillanti, pulite, decontaminate e perfettamente asciutte. Un mezzo eccellente per la sanificazione di cucine e laboratori, veloce e rapido per la pulizia degli acciai dove elimina gli aloni e riduce l’utilizzo dei detergenti e sanificanti. Il disinfettante utilizzato, biodegradabile al 100% ed efficace contro i virus envelope (Coronavirus) in accordo con la normativa europea UNI EN 1447, possiede una grande stabilità in quanto le sue proprietà si mantengono intatte per due anni. Un prodotto idoneo per la disinfestazione di superfici dove è possibile si depositino le goccioline di saliva di dimensioni medio/grandi con cui si trasmette il Coronavirus. ”Per questo è fondamentale eseguire una disinfestazione efficace di pavimenti, mobili e materiali”, sottolinea il direttore generale di Serit Maurizio Alfeo. “Il prodotto utilizzato non risulta peraltro corrosivo, è rispettoso con i materiali, non intacca i tessuti né danneggia i colori. Da sottolineare che a conclusione di tutti gli interventi  verrà rilasciato un bollino di sanificazione ”.

Il secondo servizio che offre Serit è quello che riguarda l’ozonizzazione di ambienti eliminando così quasi totalmente la carica batterica e virologica. Durante questo ciclo il mezzo utilizzato produce una quantità di ozono che consente in maniera particolare la sanificazione dell’aria, delle superfici, di ambienti architettonici e di vani/abitacoli di autoveicoli nonché del loro impianto di climatizzazione. L’ozono è infatti un gas naturale ideale per eliminare batteri, funghi, muffe, virus che sono all’origine dei cattivi odori e di diverse forme di allergie per l’apparato respiratorio. E’ possibile così inattivarli sanificando l’ambiente, con una immediata sensazione di freschezza e benessere immediatamente percepibile.

Tutti gli interventi di vaporizzazione a liquido e ozonizzazione sono eseguiti a richiesta dal personale di Serit. Per informazioni e preventivi tel. 045/6261131- info@serit.info

Servizio di sanificazione

La Ser.i.t. è una consolidata realtà d’impresa nell’ambito dei servizi di igiene ambientale, che opera da oltre un ventennio in 62 comuni della provincia di Verona. Quotidianamente Ser.i.t. lavora con i propri mezzi ponendosi un preciso obiettivo: fornire continuità ed efficienza nell’esecuzione dei servizi, porre attenzione alla qualità e alla salvaguardia dell’ambiente tenendo sempre presente l’impegno al contenimento dei costi. Con l’emergenza Covid 19 la Ser.i.t. ha deciso di fare un ulteriore passo in avanti pet tutelare, promuovere e proteggere le tante comunità che le sono state affidate grazie ad un’innovativa tecnica di sanificazione a base di ozono.

Da oggi potrete richiedere a Ser.I.T. il preventivo per il servizio di sanificazione per il vostro ufficio o il vostro negozio, chiamando il numero 045 6261131 oppure inviando una mail a info@serit.info.

CORONAVIRUS: Come raccogliere e conferire i rifiuti

   CORONAVIRUS

 Come raccogliere e conferire i rifiuti domestici se sei POSITIVO o in QUARANTENA OBBLIGATORIA

Richiedi a SER.I.T. il kit per la raccolta:

  1. Non differenziare più i rifiuti di casa tua.
  2. Utilizza due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) all’interno del contenitore utilizzato per la raccolta indifferenziata.
  3. Tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido e indifferenziato) vanno gettati nello stesso contenitore utilizzato per la raccolta indifferenziata.
  4. Indossando guanti monouso chiudi bene i sacchetti senza schiacciarli con le mani utilizzando dei lacci di chiusura nastro adesivo.
  5. Una volta chiusi i sacchetti, i guanti usati vanno gettati nei nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata (due o tre sacchetti ben resistenti, uno dentro l’altro).

Subito dopo lavati le mani.

Gli animali da compagnia non devono accedere nel locale in cui sono presenti i sacchetti di rifiuti.

Poni i sacchetti così preparati all’interno del contenitore che ti è stato consegnato.

Non è consentito esporre alcun rifiuto fuori dal contenitore, qualora non fosse sufficiente il contenitore in dotazione richiedine un altro.

Il contenitore dovrà essere esposto tra le 20 e le 24 della sera antecedente il giorno di raccolta. Al momento della chiamata Vi verrà comunicato, a seconda del Comune di appartenenza, il giorno programmato per lo svuoto.

Dopo 7 giorni dall’avvenuta guarigione o dal termine della quarantena avvisa SER.I.T. al numero verde o alla mail dedicata, per il ritiro dei contenitori e riprendi la raccolta differenziata.

I dati personali raccolti per l’erogazione del servizio dedicato alla raccolta di rifiuti indifferenziati COVID-19 saranno trattati da SER.I.T. S.r.l. in conformità con il regolamento EU 2016/679. L’informativa privacy completa sul trattamento dei dati personali è accessibile al link: Privacy Policy Covid-19

Servizio di raccolta rifiuti nell’ emergenza virus

Anche in questo momento di assoluta emergenza Serit sta garantendo la raccolta rifiuti nella sessantina di Comuni di sua competenza. Un servizio essenziale al pari di altri, seguendo tutte le prescrizioni al fine di tutelare non solo i suoi 300 dipendenti ma anche gli utenti. Tra i primi provvedimenti adottati quello di dislocare gli automezzi e parte del personale sul territorio in maniera da non intralciare il lavoro presso le due sedi di Cavaion e Zevio in caso di necessità.  Il presidente di Serit, Massimo Mariotti, ha inviato una lettera a tutti i dipendenti esprimendo “in questo momento delicatissimo un particolare ringraziamento a tutti voi che state affrontando egregiamente l’emergenza coronavirus. La situazione è critica ma la vostra attività prosegue con dedizione e professionalità nonostante le difficoltà e l’inevitabile paura, questo al fine di garantire ai cittadini i servizi essenziali per la tutela dell’ambiente e dell’igiene pubblica”. A tutela dei dipendenti dell’azienda Mariotti ha peraltro sottoscritto una copertura assicurativa che offre un pacchetto di prestazioni assistenziali, a seguito di diagnosi di infezione a COVID 19, che prevede una indennità giornaliera, una indennità di convalescenza e un pacchetto di servizi assistenziali, alcuni rivolti anche alla famiglia.

Chiusi tutti gli ecocentri della provincia, al fine di evitare pericolosi assembramenti, rimane invece attivo il servizio di raccolta degli ingombranti su prenotazione, anche se il consiglio è di non utilizzarlo in questo momento, quando magari se ne approfitta più che in altri periodi per svuotare le cantine, al fine di garantire lo smaltimento dei rifiuti più essenziali. Nel frattempo l’azienda ha già recepito le indicazioni ad interim per la gestione dei rifiuti inviate dal Gruppo di Lavoro dell’Istituto Superiore della Sanità in relazione alla trasmissione dell’infezione da SARS-CoV-2. “  In particolare nelle abitazioni in cui sono presenti soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria  la raccomandazione è quella di interrompere la raccolta differenziata da parte dell’utente”, spiega il direttore di Serit Maurizio Alfeo. Precisando che “ tutti i rifiuti domestici, indipendentemente dalla loro natura e includendo fazzoletti, rotoli di carta, i teli monouso, mascherine e guanti, devono essere considerati indifferenziati e pertanto raccolti e conferiti insieme”. Per la raccolta dovranno essere utilizzati almeno due sacchetti uno dentro l’altro, o in un numero maggiore, possibilmente utilizzando un contenitore a pedale. Altra raccomandazione è quella poi di chiudere adeguatamente i sacchi utilizzando guanti monouso, non comprimere e schiacciare i sacchi con le mani e di evitare in ogni caso l’accesso di animali da compagnia ai locali dove sono presenti i sacchetti dei rifiuti. Per le abitazioni in cui non sono presenti soggetti al tampone in isolamento o in quarantena, si consiglia vivamente di mantenere le procedure in vigore nel territorio di appartenenza non interrompendo così la raccolta differenziata.

Caricando...